15 anni senza Pietro

Pietro Valpreda ad una manifestazione a Roma

Pietro Valpreda ad una manifestazione a Roma

Nell’anniversario della scomparsa di Pietro Valpreda, vi invitiamo ad una serata nei giardini del circolo Anarchico Ponte della Ghisolfa, per ricordare lui, le ingiustizie che ha subito e tutte le ingiustizie di oggi.
Incursioni canore dei Friser la Ciurma Anemica
Interventi di:

Durante la serata sarà possibile ascoltare una parte di un’intervista inedita a Pietro che racconta la sua storia. Qui un piccolo estratto :

 

Evento Facebook

Dateci una mano a sostituire la lapide di Pinelli in Piazza Fontana!

sostituzione lapide Pinelli

L’attuale mostra il logorio del tempo e gli sfregi dell’ignoranza fascista.

Già nel 2004 la vecchia lapide era stata sostituita con un nuova identica all’originale. Nel marzo del 2006, però, con un blitz notturno attuato da manovalanza comunale e comandato da qualche pavido che non ha mai voluto assumersi la responsabilità del gesto, la stessa era stata sottratta. Non solo al Ponte, ma a tutti gli anti-autoritari e gli antifascisti. -A proposito, sarebbe anche ora che dai depositi del comune di Milano quella lapide ritornasse nelle nostre mani; ma si sa: qualunque cosa riguardi Pinelli, opere d’arte o lapidi, è condannata agli scantinati.-
Fu dunque dopo quella sottrazione notturna che, con una iniziativa pubblica in piazza Fontana, venne riposizionata la vecchia lapide che avevamo conservato. Anche se la stessa già recava su di se i segni del tempo e dei fasci imbrattatori.

Adesso ci riproviamo!

Abbiamo chiesto a compagni di Carrara di preparne una identica alla prima. È quasi pronta, come vedete in foto.

Il marmo e la sua lavorazione sono offerti dalla solidarietà dei compagni carrarini. Restano però da sostenere ulteriori spese come la lavorazione dei caratteri, il trattamento anti-graffiti ed il materiale necessario per la costruzione del nuovo telaio.
L’idea sarebbe anche quella di noleggiare un piccolo furgone ed un impianto di diffusione in occasione della posa.

Chi ci segue, sa che da tempo il Ponte versa in pessime condizioni economiche: gli autofinanziamenti ed i “concerti-support” questa volta non bastano davvero. Quindi, qualunque cifra a sostegno dell’iniziativa sarà di grande aiuto dandole anche un maggiore senso collettivo.

Potete usare paypal da tutto il mondo, aggiungendo ai commenti “sostegno Lapide”: contributo volontario al circolo tramite paypal

Oppure se siete poco tecnologici e nei dintorni di Milano, passate dalla sede durante una qualunque delle nostre iniziative che trovate qui sul blog o sulle nostre pagine socials.

Oppure cercateci via mail: ponte@bruttocarattere.org o al numero di telefono: 349 637 8210

Sentitevi anche liberi di pubblicare, ripubblicare e diffondere questo post ovunque volete.

Ci impegnamo a pubblicare report aperiodici sull’andamento delle erogazioni liberali e renderemo conto delle spese sostenute.

Vorremmo posare la nuova lapide entro maggio, tempi tecnici permettendo.

Comunicheremo la data precisa… state allerta.

VALPREDA INNOCENTE – PINELLI ASSASSINATO
PIAZZA FONTANA STRAGE DI STATO

video Pinelli Assassinato 2015-12-15 @ Leoncavallo

Per chi non ha potuto esserci, ecco il resoconto video a cura del Leoncavallo.

video Pinelli Assassinato 2015-12-15 @ Leoncavallo

volantino Pinelli Assassinato 2015-12-15 @ Leoncavallo

Intervento di Mauro Decortes del Circolo Anarchico Ponte della Ghisolfa alla fine del corteo del 12 dicembre 2015

intervento di Mauro De Cortes (circolo Anarchico Ponte della Ghisolfa) @ corteo 12-12-2015

Sulla questione della collocazione dell’opera di ‪Baj‬ “I funerali dell’anarchico ‪‎Pinelli‬” abbiamo mandato una lettera aperta al sindaco di ‪Milano‬ ‪‎Pisapia‬

"I funerali dell'Anarchico Pinelli" di Enrico BajLettera aperta al sindaco di Milano, Giuliano Pisapia.

Cancellare la verità.

Nel 1986 ci aveva provato Pillitteri, sindaco di Milano, dichiarando di voler rimuovere la lapide dedicata dalla cittadinanza a Giuseppe Pinelli in Piazza Fontana.
Ma bastò quella sola dichiarazione a scatenare proteste e manifestazioni di piazza e così il sindaco fece un passo indietro.
Ritentò nel 2006 De Corato. Lui non fece dichiarazioni: la lapide venne trafugata e al suo posto, con la firma del comune, fece la sua comparsa una lapide taroccata nella quale Pinelli non era più “UCCISO INNOCENTE”, ma semplicemente “MORTO”.
Una dettaglio da nulla….
Ma anche stavolta la reazione non si fece attendere, milanesi volenterosi portarono in Piazza Fontana una lapide uguale a quella sottratta. Da quel giorno in Piazza Fontana convivono due lapidi: una, a cui non manca mai un fiore, a testimonianza che la verità storica sulla strage di stato non è dimenticata e un’altra, quella del comune, sempre disadorna, a testimonianza della stupidità e dell’arroganza del Potere.
Nel 2012 ci era sembrato di vedere qualche segno di cambiamento, ma durò poco.
Il comune aveva sì organizzato l’esposizione (temporanea) dell’opera di Enrico Baj “I funerali dell’anarchico Pinelli”, ma la scena era ben diversa da quella prevista dall’autore. La finestra dalla quale Pinelli precipita era furbescamente collocata molto distante dalla sagoma raffigurante il ferroviere anarchico, anche qui un dettaglio da nulla….
Terminata l’esposizione l’opera di Baj è tornata in cantina, ma non è quello il suo posto.
Quell’opera è parte fondamentale della memoria e della storia di questa città e come tale appartiene a tutti.
La galleria che la detiene è disposta a donarla alla città affinchè possa essere esposta permanentemente in uno spazio adeguato.
Benchè sollecitato più volte, anche con raccolte di firme, il comune non ha mai dato una risposta. Solo silenzio dal comune.
La invitiamo a prendere posizione e a sbloccare questa situazione, non per fare un piacere a noi che non le stiamo chiedendo nulla, ma per un atto di giustizia nei confronti della città: ce n’è bisogno soprattutto dopo la vergogna dell’inserimento di Servello tra i cittadini illustri del Famedio.
A risentirci.

Milano, dicembre 2015
CIRCOLO ANARCHICO PONTE DELLA GHISOLFA