David Graeber Anarchismo globale e antropologia economica

Vi invitiamo ad un incontro con Alex Foti per ricordare David Graeber.

Sabato 9 luglio 2022 alle 18:30 in viale Monza 255 Milano

David Graeber anarchismo globale e antropologia economica da Seattle a Occupy e oltre.
David Graeber (New York, 12 febbraio 1961 – Venezia, 2 settembre 2020) è stato un antropologo, accademico e attivista anarchico statunitense.
Allievo e poi legato da amicizia con Marshall Sahlins del quale condivideva l’approccio antropologico.

Graeber fu a lungo attivista sociale e politico, divenendo noto soprattutto per la sua partecipazione ai movimenti di protesta contro il Forum economico mondiale a New York, nel 2002 e nel movimento Occupy Wall Street. Era membro del sindacato Industrial Workers of the World (IWW).

Fu professore aggiunto di antropologia all’Università Yale fino a quando l’ateneo non gli negò il rinnovo del contratto, nel maggio 2005, un fatto che diede luogo a controversie per il sospetto di una sottostante motivazione politica. Graeber si fece indennizzare un «anno sabbatico» durante il quale diede un corso introduttivo all’antropologia culturale e un altro intitolato “Direct Action and Radical Social Theory” (Azione diretta e teoria sociale radicale), il primo corso su temi radicali mai tenuto a Yale. In seguito fu Reader di antropologia sociale al dipartimento di antropologia al Goldsmiths College dell’Università di Londra da giugno 2005 a giugno 2007.

Il 25 maggio 2006, Graeber fu invitato a tenere la Malinowski Lecture alla London School of Economics: la sua prolusione era intitolata “Beyond Power/Knowledge: an exploration of the relation of power, ignorance and stupidity”(Oltre il binomio Potere/Conoscenza: un’esplorazione della relazione tra potere, ignoranza e stupidità).

Nel 2006 gli fu chiesto di tenere il discorso introduttivo del 100º anniversario del Diamond Jubilee meetings dell’Associazione degli antropologi sociali.Nel mese di aprile 2011 Graeber ha presentato la Distinguished Lecture, che si tiene, con cadenza annuale, al dipartimento di antropologia dell’Università della California a Berkeley.[5]

Graeber è morto in un ospedale di Venezia il 2 settembre 2020, all’età di 59 anni. L’annuncio è stato dato da sua moglie, la scrittrice Nika Dubrovsky.
( da Wikipedia )

 

Il tao della decrescita

Vi invitiamo ad un incontro con Simone Lanza, autore, insieme a Serge Latouche del libro  “Il Tao della decrescita” ( edizioni Il Margine )

L’idea di una crescita senza limiti in un mondo limitato è impossibile, contiene in sé i germi della catastrofe.
Catastrofe ambientale che sta arrivando sul pianeta terra nei tempi e in modi già descritti da tempo. La società senza contatti serve a distrarci?
Un nuovo paradigma economico, che abbia come obiettivo l’armonia con l’ambiente, proprio come avviene in molte culture non capitalistiche, potrebbe essere la nostra salvezza?
Quale sapere pedagogico è quindi capace di educare alla consapevolezza del limite? Di quale pedagogia abbiamo bisogno per scendere da un treno in corsa su un binario morto?
Venerdì 24 giugno alle 18 al Circolo Anarchico Ponte della Ghisolfa in Viale Monza 255 Milano

Ciao Pietro. A 20 anni dalla scomparsa di Valpreda. La memoria e la lotta.

Ciao Pietro. A 20 anni dalla scomparsa di Valpreda. La memoria e la lotta.
Interventi di Saverio Ferrari – Osservatorio Democratico sulle Nuove Destre
Mauro Decortes – Circolo Anarchico Ponte della Ghisolfa amico e compagno di Pietro
Animatore della campagna Valpreda
Andrea Fumagalli – Intervento sul reddito universale
Musica dal vivo con Umarell’s Band
Proiezione del film Faccia di spia
Il film ricostrusce molti eventi politici degli ultimi 50 anni (il sequestro e l’omicidio del leader politico marocchino Mehdi Ben Barka, la cattura e l’uccisione di Che Guevara, lo sbarco alla Baia dei Porci, la strage di Piazza Fontana e l’assassinio dell’anarchico Pinelli, il colpo di Stato in Cile, le dittature sudamericane, l’omicidio Kennedy), con particolare attenzione al ruolo della CIA in questi fatti e all’ingerenza degli USA nelle politiche di altri Paesi.
Nel film Pietro Valpreda interpreta sé stesso.
Mercoledì 6 luglio ore 18:00
Viale Monza 255 Milano
Circolo anarchico ponte della Ghisolfa